Disbiosi intestinale. Curarla e prevenirla con la Dieta Zona.

By | 2017-07-09T03:36:37+00:00 25 novembre 2015|Allergie ed intolleranze alimentari, Mangiare bene|0 Comments

Cosa è la Disbiosi Intestinale ?

La Disbiosi intestinale è causata da una cattiva alimentazione, cioè una alimentazione ricca di cibi raffinati, di additivi, coloranti, conservanti e inquinanti (in altre parole da cibo spazzatura), ma anche dall’uso prolungato di molti farmaci e, fattore molto importante,  dallo Stress spesso dovuto ad una vita sregolata .
disbiosiI sintomi della Disbiosi intestinale sono: pancia gonfia, cattiva digestione, colite, diverticolosi, allergie, intolleranze alimentari,  stanchezza cronica, etc.

Questi fattori portano ad una alterazione della naturale flora intestinale, costituita da un insieme di batteri i quali, convivendo in un determinato equilibrio, contribuiscono allo stato di salute generale. La condizione di equilibrio tra i vari ceppi di batteri è definita eubiosi. Se invece prevalgono funghi o altri germi che possono causare patologie, si dice che l’intestino è in uno stato di disbiosi.

Una flora batterica alterata fa sì che i batteri salutari (tra cui Lactobacillus Acidophilus e Biphidus) diminuiscano e quelli nocivi (tra cui il Bacillus Coli) aumentino.bacterias

Questo mutamento nella composizione rende impossibile la completa elaborazione dei materiali fecali. Si generano pertanto fermentazioni anomale e putrefazioni che, oltre a variare la temperatura intestinale, infiammano la mucosa e poi intossicano l’intestino e quindi tutto l’organismo, con riduzione anche delle difese immunitarie.

Così, in una situazione di Disbiosi intestinale, dalla semplice cattiva digestione con gonfiori della pancia si può giungere alla colite, il fegato può ammalarsi e ridurre la sua capacità funzionale.

Si possono creare patologie immunitarie come allergie e intolleranze alimentari. L’elenco potrebbe continuare toccando anche l’apparato circolatorio e il metabolismo in genere. Non bisogna mai dimenticare che un intestino mal funzionante crea disequilibri che colpiscono tutti i settori del nostro corpo.

cattivi batteriIn questi casi è utile assumere Probiotici e Prebiotici.
Il Probiotico è un supplemento dietetico costituito da microrganismi vivi, capaci di influenzare positivamente l’ecosistema intestinale, dove interagiscono potenziando la flora microbica e ristabilendo l’equilibrio eventualmente perduto per le cause che abbiamo elencato.

I Probiotici si avvalgono della presenza delle sostanze Prebiotiche utili alla loro proliferazione, composti dietetici non vivi che arrivano inalterati nell’intestino dove fungono da substrato specifico per la loro crescita, promuovendo un cambiamento nella flora microbica intestinale, a favore di una popolazione più salutare. Si tratta in pratica delle fibre alimentari contenute in frutta, verdura e prodotti integrali.

Mangiare quindi dosi abbondanti di frutta e verdura e prodotti non raffinati e manipolati, come raccomandato dalla Dieta Zona, oltre a fornirci gli indispensabili Antiossidanti, ci difende  dall’insorgere delle Disbiosi e dalle loro conseguenze.

Come è organizzata la Dieta Zona personalizzata che riceverà

 

La tua dieta Zona personalizzata costa solo 50 euro, fai il Test adesso

dieta Zona personalizzataper saperne di più:

Hawrelak J.A., Myers S.P.(2004). The causes of intestinal dysbiosis: a review. Altern Med Rev.Jun;9(2):180-97.

Potrebbe interessarti anche:

Dottore Nutrizionista Laureato in Biologia nel 1976 ed in Psicologia nel 2001. Con oltre 30 anni di professione negli ambulatori, dal 2000 è Docente Universitario presso i Poli Universitari di Firenze, Parma, Pisa, Modena e Reggio Emilia e chiamato come relatore ad eventi e corsi di formazione ospitati numerosi istituti privati o statali come UNICEF, CEFORCOOP, ASL2, ASL10. Sempre dal 2000 segue più di 15 corsi di aggiornamento per affinare le proprie competenze e tutt’oggi è consulente scientifico per “FIDIA ELETTROMEDICALI srl” nell’ambito della produzione e sperimentazione di apparecchiature E.A.V. per test di intolleranze alimentari.

Autore di 25 Libri e contributi editoriali sempre nell’ambito della Nutrizione e dei disturbi del comportamento alimentare. Autore inoltre di 7+ pubblicazioni scientifiche sul web.

Se hai trovato questi contenuti interessanti, perché non ce lo fai sapere scrivendo un commento? :)

avatar
  Subscribe  
Notificami