Zucchine . Cibi per la Zona Mediterranea

Zucchine . Un alimento semplice ma pieno di risorse  

ZucchineLa Zucchina o Zucchino (Cucurbita pepo L.) è una specie della famiglia delle Cucurbitacee i cui frutti sono utilizzati immaturi. La pianta quindi appartiene alla stessa famiglia dei meloni, dei cetrioli e delle zucche gialle.

La pianta è originaria dell’Himalaya, del Messico (dove era coltivata già qualche millennio a.C.) e dei paesi tropi­cali. Arrivò da noi 5 secoli fa, dopo la scoperta dell’Ame­rica.

Le Zucchine hanno una buccia verde chiaro o scuro, tal­volta con striature gialle. Ne esistono tante varietà (striata, tonda di Nizza, verde di Milano, bianca, rampicante etc.), ma tutte sono facilmente deperibili e si conservano solo per poco tempo. La pianta delle Zucchine, come la maggior parte delle Cucurbitacee, produce grande quantità di fiori che nascono o all’estre­mità dell’ortaggio o su steli.zucchine piantagione

Le Zucchine non contengono molte risorse nutritive perché sono un raccolte e consumate quasi acerbe quando ancora non hanno sviluppato pienamente le risorse. Sono com­poste per il 93,60% d’acqua. È quindi una fortuna che siano una verdura estiva, dato che proprio in quel periodo il corpo ha bi­sogno della maggiore disponibilità di liquidi. Per la grande quan­tità di acqua che contengono, inferiore solo al cetriolo, saziano senza appesantire e vengono digerite facilmente da chiunque. Per questo sono consigliate nell’alimentazione del bambino, fino dall’inizio dello svezzamento, dell’anziano e del convalescente.zucchine 3

Le Zucchine non sono molto ricche di sali minerali e vitamine, ma sono buone fonti di Potassio, di Vitamina E, un aiuto contro i ra­dicali liberi, di due Carotenoidi (luteina e zeaxantina), di Vitamina C e di Acido folico. È bene ricordare che due etti di Zucchine contengono la metà del livello giorna­liero raccomandato dai ricercatori per l’adulto. Sia la Vitamina C che l’Acido folico sono molto sensibili al calore e quindi bisogna cuocere questi ortaggi il meno a lungo possibile.

L’ideale sarebbe il loro consumo a crudo, quando possibile. Dal punto di vista te­rapeutico le Zucchine hanno un’azione diuretica, disintossicante ed antinfiammatoria utile per prevenire l’invecchiamento di tutti gli organi. Inoltre per il loro buono contenuto in fibre, risultano utili nel regolare l’intestino pigro.Zucchine

Mentre i frutti maturi della zucca non hanno mai trovato grande successo nella nostra cucina, la Zucchina è una delle verdure più amate e cucinate nella alimentazione Mediterranea. Le Zucchine sono ormai reperibili sul mercato tutto l’anno anche se sono un prodotto dell’orto tipico da sfruttare in tarda primavera e in estate. In queste stagioni sono più complete dal punto di vista nutrizionale, più buone e naturalmente più convenienti. A differenza della zucca e della maggior parte degli or­taggi, le Zucchine vanno consumate quando sono ancora imma­ture, cioè prima cioè che diventino troppo grosse: per questo motivo i delicati ortaggi devono essere colti quando si trovano all’inizio del loro sviluppo perché, a uno stadio troppo avanzato di maturazione si riempiono di semi e la polpa diventa più fi­brosa e di gusto amarognolo.

Le Zucchine andrebbero colte quando il fiore attaccato al frutto è in procinto di sbocciare o è appena fiorito e non si sono ancora sviluppati i semi interni. Le Zucchine migliori hanno quindi una pezzatura medio-piccola (la lunghezza va dai 15 ai 20 cm) e un peso che varia dai 100 ai 150 grammi. Al tatto devono presentarsi sode, con buccia liscia e brillante. In frigorifero, una volta pulite e asciutte, si conservano per circa una settimana.

ZucchineLe Zucchine forniscono poche calorie e inoltre hanno uno scarto limitato se sono giovani e non grosse. Inoltre non hanno grassi. Il loro sapore è abbastanza neutro e non si sovrappone a quello di nessun altro alimento. Per tutte queste considerazioni le Zucchine sono un ortaggio tipico per cucinare contorni leggeri, ma rientrano anche nell’esecuzione di molti piatti di carne, pesce, uova e formaggi. Al giorno d’oggi se ne sta riscoprendo l’uso da sole; l’im­portante è saperle cuocere nella maniera corretta (mai a lungo) e arricchirle con le giuste erbe aromatiche. In questo modo si possono sfruttare al meglio i principi nutritivi che contengono. La maniera più semplice di presentare le Zucchine è quella di lessarle e condirle con olio e limone.

 Dal punto di vista della Zona 1 blocchetto di C fatto da Zucchine è pari a 640g !!        Qualche ricetta per le Zucchine:

 

Dieta Zona Vegetariana: Guida Completa    Dieta Zona Vegana: Guida Completa

per conoscere tutti i nostri argomenti:   Dietazonaonline.com Site Map Mappa del Sito

Potrebbe interessarti anche:

Dottore Nutrizionista Laureato in Biologia nel 1976 ed in Psicologia nel 2001. Con oltre 30 anni di professione negli ambulatori, dal 2000 è Docente Universitario presso i Poli Universitari di Firenze, Parma, Pisa, Modena e Reggio Emilia e chiamato come relatore ad eventi e corsi di formazione ospitati numerosi istituti privati o statali come UNICEF, CEFORCOOP, ASL2, ASL10. Sempre dal 2000 segue più di 15 corsi di aggiornamento per affinare le proprie competenze e tutt’oggi è consulente scientifico per “FIDIA ELETTROMEDICALI srl” nell’ambito della produzione e sperimentazione di apparecchiature E.A.V. per test di intolleranze alimentari.

Autore di 25 Libri e contributi editoriali sempre nell’ambito della Nutrizione e dei disturbi del comportamento alimentare. Autore inoltre di 7+ pubblicazioni scientifiche sul web.

Se hai trovato questi contenuti interessanti, perché non ce lo fai sapere scrivendo un commento? :)

avatar
  Subscribe  
Notificami