Sazietà Senso Specifica. Psicobiologia dell’alimentazione

By | 2017-07-08T07:56:13+00:00 26 marzo 2016|Cibo e Psiche|0 Comments

La Sazietà Senso Specifica, fondamento della Psicobiologia dell’Alimentazione

Un rischio nella società dell’ abbondanza alimentare.

Proviamo per un attimo ad immaginare cosa succederebbe se  avessimo a disposizione solo un cibo particolarmente sgradevole, e solo quello?

Probabilmente  mangeremmo  lo stretto indispensabile finendo cosi’ con il dimagrire. Ma, anche se con modalità diverse, probabilmente ci succederebbe la stessa cosa anche se avessimo a disposizione un cibo che ci piace, ma solo quello.

In realtà un fattore di estrema importanza nel determinare l’assunzione del cibo è la cosiddetta “Sazieta’ senso-specifica”. Questo vuol dire che la valutazione dell’appetibilità dei cibi varia prima e dopo averli mangiati.

Sazietà Senso SpecificaUn secondo piatto viene mangiato volentieri purché non sia uguale al primo. Questo ci aiuta anche a capire perché, spesso, giunti alla fine di una cena magari troppo abbondante, dichiariamo che non saremmo in grado di mangiare nient’altro, ma inaspettatamente, viene portata in tavola una appetitosa “Torta al cioccolata” ed il “posto” dove mettere una  fetta di torta viene trovato.

 

L’importanza della varietà sull’alimentazione è stata verificata sperimentalmente:

Sazietà senso specifica

Attenti al topo !

Fornendo a ratti di laboratorio la loro solita dieta, ma aggiungendo a questa pane e cioccolata, l’assunzione di calorie aumentò dell’84% e dopo 4 mesi il loro peso era aumentato del 49%!!

 

Nella nostra specie la Sazietà senso-specifica di cibi grassi e proteici è maggiore e più duratura di quella di pasta, pane, riso, dolci ed insalata.

Anche in questo giocano un ruolo fondamentale gli aspetti socioculturali e le abitudini della famiglia e della cultura di provenienza.

Il meccanismo della Sazietà senso specifica ha un forte valore adattivo perché spinge gli animali a variare la dieta, impedendo di andare incontro a fenomeni di malnutrizione od a carenze selettive che si potrebbero verificare se l’alimentazione fosse sempre uguale.

Avendo accesso ad una ampia varietà di cibi, la Sazietà senso specifica permette all’individuo di “mangiare di più”, immagazzinando così materiali di riserva nei momenti di abbondanza che, in natura, sono di solito piuttosto rari.

Il problema del mondo moderno è che, vista la situazione di abbondanza e varietà di alimenti in cuiObesità. Aspetti fisici e psicologici. la nostra specie si trova in larga parte della Terra, non ci meraviglia constatare come fenomeni quali Sovrappeso ed Obesità siano in costante e preoccupante aumento.

 La Sazietà senso specifica che, per milioni di anni, ha aiutato la nostra specie a sopravvivere, è oggi diventata uno dei fattori che producono Obesità e tutte le malattie a questa collegate.

 

Per questo affidarsi alla Dieta Zona personalizzata può evitarci di compiere facili errori alimentari.

La tua dieta Zona personalizzata costa solo 50 euro, fai il Test adesso

 

Dottore Nutrizionista Laureato in Biologia nel 1976 ed in Psicologia nel 2001. Con oltre 30 anni di professione negli ambulatori, dal 2000 è Docente Universitario presso i Poli Universitari di Firenze, Parma, Pisa, Modena e Reggio Emilia e chiamato come relatore ad eventi e corsi di formazione ospitati numerosi istituti privati o statali come UNICEF, CEFORCOOP, ASL2, ASL10. Sempre dal 2000 segue più di 15 corsi di aggiornamento per affinare le proprie competenze e tutt’oggi è consulente scientifico per “FIDIA ELETTROMEDICALI srl” nell’ambito della produzione e sperimentazione di apparecchiature E.A.V. per test di intolleranze alimentari.

Autore di 25 Libri e contributi editoriali sempre nell’ambito della Nutrizione e dei disturbi del comportamento alimentare. Autore inoltre di 7+ pubblicazioni scientifiche sul web.

Potrebbe interessarti anche:

Se hai trovato questi contenuti interessanti, perché non ce lo fai sapere scrivendo un commento? :)

avatar
  Subscribe  
Notificami