Rappresenta la fonte di deposito e di riserva del glucosio negli animali, dove è una riserva energetica importantissima per sostenere il metabolismo corporeo.

Il glicogeno è un polimero ramificato del glucosio ed ha una struttura molto compatta derivante dall’avvolgimento a spirale delle catene polisaccaridiche.

Circa il 10% in peso del  fegato è costituito da glicogeno. Il fegato provvede  a depositare glucosio  (glicogenosintesi) o a mobilitare glucosio (glicogenolisi) a seconda delle richieste metaboliche. In questo modo è possibile mantenere la  glicemia a valori costanti.

Le scorte di glucosio prontamente utilizzabile dai tessuti per ricavarne energia  si trovano principalmente nel fegato e nei muscoli scheletrici, i muscoli volontari ma, mentre le riserve di glucosio contenute nel fegato vengono utilizzate per rifornire i vari tessuti, quelle contenute nei muscoli vengono solo usate localmente.

I maggiori consumatori di glucosio sono il cervello e i mucoli volontari tramite la via aerobica. Il rimanente dai globuli rossi e dal muscolo cardiaco.  Il corpo ottiene glucosio dall’alimentazione.

N.B: Gli acidi grassi non possono essere convertiti in glucosio.

Il glucosio si trova sotto due forme nel nostro corpo: in forma libera nel circolo sanguigno e in forma ramificata nel fegato e nei muscoli  come riserve.

 

« Back to Glossary Index

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *