Circa l’85% del Fosforo presente nell’organismo è nelle ossa insieme al Calcio sotto forma di idrossiapatite; il rimanente è presente in forma organica legato alle proteine e ai lipidi ed è situato nei tessuti molli e nei liquidi extracellulari, nei quali riveste un ruolo funzionale (fosfati) e strutturale (fosfolipidi presenti in tutte le cellule e specialmente nel tessuto nervoso).

E’ inoltre componente del materiale genetico, poichè è costituente delle nucleo-proteine.

L’ampia diffusione del fosforo nei vari alimenti unitamente alla capacità renale di trattenere i fosfati ne rende eccezionale la carenza.  Le fonti principali sono gli alimenti ricchi in proteine. Le concentrazioni più elevate si riscontrano nei semi dei cereali (11 mg/g nel germe di grano) e nei legumi (da 3 a 6 mg/g). Altre fonti sono uova, carne, cereali (1 a 2 mg/g), latte (circa 0,9 mg/g) e verdure (0,4 – 0,7 mg/g). Nella parte edibile della carne, del pesce e del pollame, il contenuto di fosforo è da 15 a 20 volte superiore a quello del calcio, mentre nelle uova, nei semi di cereali e nei legumi è il doppio.

« Back to Glossary Index

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *