Fibre per essere in Zona

L’importanza delle Fibre nella dieta Zona

Le fibre non sono altro che le pareti delle cellule vegetali, co­stituite principalmente da cellulosa, emicellulosa, pectina e li­gnina. Dato che il nostro apparato digerente non è capace di digerirle, le fibre vegetali non forniscono energia all’organismo, non hanno proprietà nutrienti e non vengono assorbite, ma grazie alle loro proprietà regolatrici sono essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo.

fibrePer questo motivo quando si segue la Zona è importante consumare frutta e verdure o comunque prodotti integrali ricchi di fibre.

I nostri enzimi digestivi non sono in grado di intaccarle, per cui esse non sono assimilate dall’organismo come gli altri alimenti. Le fibre esplicano la loro azione benefica proprio durante il loro passaggio nel lume intestinale. Una volta nell’intestino, infatti, le fibre subiscono un processo di fermen­tazione da parte della flora batterica. Questo provoca un benefico cambiamento dell’acidità intestinale determinando una minore produzione di sostanze pericolose per il tubo digerente.

Possiamo classificare le fibre in due grandi categorie: quelle  solubili e quelle insolubili in acqua. 

Le fibre solubili contribuiscono ad ridurre i livelli di colesterolo “cattivo”e, rallentando l’assorbimento degli zuccheri, svolgono una fondamentale azione antidiabetica, dato che se consumate assieme ad alimenti ad alto Indice Glicemico, rallentano la salita della Glicemia.

Le fibre insolubili riducono il tempo di transito intestinale delle feci, aumentano la massa fecale, modificano il pH e la composizione di feci, urine e flora intestinale. Miglio­rano l’attività degli enzimi del colon, hanno azione disintos­sicante e regolarizzano la frequenza delle evacuazioni.

È quindi importante un adeguato contenuto di fibre nella dieta quotidiana per combattere la stipsi e per prevenire le emorroidi e la diverticolosi, disturbi tipici di chi consuma prodotti raffinati.

fibre

Dove trovare le fibre

Ma la cosa più importante è come sia ampiamente dimostrato come un adeguato apporto di fibre alimentari sia fondamentale nella prevenzione del cancro del colon, della prostata, dell’endometrio e della mammella. Una grossa dose di fibre alimentari  si rivela sempre utile anche quando si vuole dimagrire perché le fibre, rigonfiandosi, aumentano ed anticipano la sensazione della sazietà. Un consumo ecces­sivo, peraltro alquanto raro, può risultare dannoso e provocare ga­strite con nausea e vomito, malassorbimento di vitamine e sali minerali e stitichezza. Si tratta però di situazioni estreme, piuttosto rare e legate a sensibilità individuali. Stesso discorso può valere per alcuni frutti che, come le fragole o le pesche possono provocare reazioni allergiche in alcuni soggetti più sensibili.

Gli alimenti di origine vegetale contengono una infinità di composti salutari.

 frutta e verdura, i carboidrati fondamentali

frutta e verdura, i carboidrati fondamentali

Si tratta di sostanze forse poco note ma certamente molto utili per difendere la nostra salute. Glucosidi, composti solforati, terpeni, inibitori delle proteasi e saponine. Si tratta di una miscela di composti indispensabili, ognuno con proprietà specifiche. E ancora una grande varietà di minerali e oligoelementi.

Per assicurarsi gli in­numerevoli benefici derivanti da queste sostanze come il riequilibrio di tutte le attività metaboliche cellulari, la stimolazione del sistema immunitario, la produzione di ormoni, l’ attività antitumorale, la pro­tezione nei confronti delle malattie da invecchiamento etc., è indispensabile adottare una dieta ricca e intelligente, cercando di variare il più possibile la scelta degli alimenti di origine vegetale.

Ogni tipo di vegetale, infatti, con­tiene solo alcuni dei principi attivi elencati in prece­denza. Se per semplicità abbiamo accennato solo ad alcune importanti malattie la cui prevenzione e cura richiede l’uso di queste sostanze, è ragionevole pensare che tutte le malattie, dall’artrosi alle infezioni, dalle malattie respiratorie alle affezioni della prostata, traggano vantaggio da un consumo intelligente di questi preziosi alimenti. La dieta Zona personalizzata, quindi, non consiste solo nel rispettare il famoso rapporto 40/30/30 tra i Macronutrienti, ma richiede anche una scelta qualitativa degli alimenti per aumentare la salute ed invecchiare senza problemi.

 

2 occhiper conoscere tutti i nostri argomenti :

Dietazonaonline.com Site Map Mappa del Sito

 

Potrebbe interessarti anche:

By | 2017-07-09T03:55:20+00:00 gennaio 27th, 2016|Cibi per la Zona Mediterranea, Dieta Mediterranea, Dieta Vegana, Dieta Vegetariana, Dieta Zona, Dieta Zona personalizzata, Piramide alimentare in Zona, Ricette in Zona|Commenti disabilitati su Fibre per essere in Zona

About the Author: